Lavori Svolti

Lavori svolti e progetti di segnaletica stradale

Per viaggiare sicuri da Nord a Sud della Sardegna

La rete di Strade Statali di ANAS S.p.A. in Sardegna comprende 2.900 chilometri di strade di cui circa 500 con carreggiata doppia, gestite dalle Strutture Territoriali di Cagliari e Sassari. Nell’ambito di un intervento manutentivo straordinario per l’adeguamento e la manutenzione della segnaletica stradale verticale permanente dell’intera rete, della durata di 4 anni, è stato impiegato OperaeGIS® per la gestione organizzata dei complessivi 19 contratti applicativi dell’Accordo Quadro appaltato. I quasi 3.400 chilometri di Strade Statali, distribuite sull’intera Regione Sardegna, attraversano territori bellissimi ma talvolta morfologicamente impegnativi, hanno consentito di testare le procedure e il Sistema OperaeGIS® nell’ambito di un progetto così ampio e complesso, e i risultati sono stati davvero soddisfacenti.

Elementi del lavoro di progettazione

Il Sistema Informativo, e le relative procedure, hanno consentito l’implementazione di un unico database cartografico (GIS), permettendo di gestire gli oltre 100.000 impianti di segnaletica stradale come un unico progetto. Per sua struttura, OperaeGIS® ha facilitato l’azione di organizzazione delle lavorazioni e di interfacciamento con ANAS S.p.A., coadiuvando l’azione di programmazione tecnica, le attività di approvvigionamento materiali e programmi lavori per le squadre operative. OperaeGIS® ha agevolato la consuntivazione dei lavori e l’elaborazione degli elaborati contabili, soprattutto favorendo la condivisione delle informazioni, consentendo la possibilità di avere, direttamente su strada, le informazioni tecniche abbinate alla cartografia, semplicemente impiegando strumenti comunemente in dotazione qual è ad esempio lo smartphone.

La nuova segnaletica stradale della A2 del Mediterraneo a firma di OperaeGIS®

La sicurezza di chi si sposta sul maggior asse viario del Sud Italia dipende anche dall’impegno del gestore e dalle nostre tecnologie e competenze

L’autostrada Salerno Reggio Calabria, recentemente denominata A2 del Mediterraneo, è parte delle strade europee E45 e E841 e con un’estensione totale di 432,6 km, rappresenta la continuazione dell’itinerario naturale che nasce con la A1 del Sole a Milano, proseguendo per la A30 Caserta-Salerno, con termine della A2 a Villa San Giovanni, porta d’accesso alla Sicilia. L’autostrada è gestita dall’Anas e per conto del gestore OperaeGIS® ha realizzato la diagnosi dello stato attuale degli impianti di segnalamento, progettato il piano e di adeguamento della segnaletica stradale lungo tutto il tratto di competenza e pianificato gli interventi di manutenzione.

Elementi del lavoro di progettazione

E’ classificata Autostrada (tipo A, secondo il Codice della Strada ) una strada extraurbana o urbana a carreggiate indipendenti o separate da spartitraffico invalicabile, ciascuna con almeno due corsie di marcia (a senso unico), eventuale banchina pavimentata a sinistra e corsia di emergenza o banchina pavimentata a destra, priva di intersezioni a raso e di accessi privati. In particolare, l’autostrada A2 ha 55 svincoli non a raso ed un totale di 35mila impianti di segnaletica stradale, che nel corso di quattro anni di lavori sono stati censiti, ne è stato constatato stato, posizione, uso e durata, per poi riqualificare l’intero percorso. Le operazioni pianificate hanno incluso anche il rifacimento di tutte le misure e il posizionamento di nuova segnaletica di chilometraggio. 

OperaeGIS® è partner di enti locali

Due tra i progetti di gestione della segnaletica che segnano il mutamento della gestione del bene strada da parte degli enti locali.

La segnaletica stradale rappresenta il mezzo di comunicazione agli utenti della strada dell’organizzazione della circolazione, e dispiega i suoi effetti solo se progettata, realizzata ed installata secondo criteri di regolarità e razionalità e mantenuta con costante cura. Diversamente essa può anche risultare fonte di pericolo o causa di incertezze nei comportamenti degli utenti della strada da cui possono scaturire incidenti stradali: la distrazione e l’indecisione risultano tra le cause più ricorrenti di incidenti. Le strade extraurbane di pertinenza provinciale e comunale sono tra i tratti di strada dove molto spesso sono visibili carenze di gestione della segnaletica stradale che si ripercuotono in maniera molto negativa sulla circolazione, originando disservizi ed incidenti.

Due comuni del nord Italia affidano ad OperaeGIS® la gestione organizzata della segnaletica stradale

Il catasto del segnalamento stradale è un obbligo di Legge (dal 1992, col Nuovo Codice della Strada) ma è importante che gli enti locali lo predispongano non perché obbligati ma perché non si può prescindere dalla puntuale conoscenza del proprio patrimonio segnaletico per organizzarne la manutenzione, impegnando adeguatamente le risorse disponibili, umane ed economiche. La provincia di Biella che include 74 comuni nei quali vivono 170mila persone, sede di importanti distretti industriali e il Comune di Pieve Emanuele, ultimo paese della Provincia di Milano, che dista dal centro di Milano circa 12 km in linea retta e 16 km di strade hanno affidato all’expertise ed alla competenza di OperaeGIS® la gestione organizzata della segnaletica stradale delle strade extraurbane che ha compreso il catasto della segnaletica stradale; il censimento e la validazione dello stato d’uso della segnaletica su strada; l’organizzazione e la condivisione delle informazioni, la progettazione di piani di manutenzione e di sostituzione segnaletica.